Consulenze

Se vuoi richiedere una consulenza a distanza puoi farlo da casa tua usando il telefono o skype.

Richiedi una consulenza a distanza cliccando qui 

Richiedi una consulenza in studio a Milano cliccando qui 

 

 

Rimani aggiornato


 

 

 

 

 

e-book Green Therapy

e-book-Green-Therapy-I-segreti-di-guarigione-della-natura-Scilla-Di-Massa

Social Network

facebook-scilla-di-massalinkedin-scilla-di-massatwitter--scilla-di-massa

Cerca

Scilla di Massa

Logo-Fiore-Scilla-di-Massa
"Siamo predestinati a trovare
quello che stiamo cercando"


La floriterapia può essere d’aiuto a chi ha un tumore? Stampa E-mail

ragazza-dal-vestito-azzurro-e1471416342277In nessun modo si può dire che le essenze floreali curano o guariscono chi è ammalato di cancro. Oggi solo nella medicina ufficiale si trovano protocolli e statistiche che indicano i risultati-e i progressi- che sono stati fatti nella cura dei tumori e nella prevenzione delle recidive.

E allora perché scrivere un articolo? Perché se le essenze floreali non servono per combattere il cancro, possono essere molto utili alla persona che cerca di guarire da questa malattia, offrendo ad essa supporto emozionale.

L’importanza del supporto emozionale alla persona ammalata di cancro non è solo legata a un benessere momentaneo ma concorre alla guarigione stessa. Se la persona riesce a gestire meglio le emozioni negative inevitabilmente associate a questa malattia ne beneficerà anche il sistema immunitario dell’organismo.

Sappiamo infatti che cibo, inquinamento, genetica e stili di vita poco sani sono solo di fattori che predispongono la persona ad ammalarsi di tumore. Ma sembra appurato che quello che scatena la malattia è un deficit del sistema immunitario: secondo molti ricercatori noi produciamo cellule cancerose tutti i giorni ma il nostro sistema immunitario le elimina. Accade però che ,sotto la spinta di diversi fattori di stress, il sistema immunitario a un certo punto fallisca nel suo compito: così le cellule cancerose, invece di essere eliminate, vengono lasciate proliferare.

La psiconeuroendocrinoimmunologia-comunemente conosciuta come PNEI - ha indagato sulla complessa comunicazione della psiche con il sistema nervoso, endocrino e immunologico del nostro organismo attraverso i neuropeptidi ( chi vuole saperne di più legga il meraviglioso libro di Candice Perth Molecole di Emozioni). In pratica quello che già da tempo si sapeva, che la mente agisce sul corpo e viceversa, ha trovato conferma scientifica.

La floriterapia non ha conferme scientifiche, perché non lavora attraverso un principio biochimico, ma attraverso un’informazione: la stessa cosa dell’omeopatia. Empiricamente, pero’, si sa che le essenze floreali fanno bene e aiutano nei momenti difficili della vita. Ed è per questo che i Fiori di Bach,i fiori Californiani, le Essenze Australiane e quelle Indiane , solo per citarne alcuni, sono sempre più usati per aiutare le persone che si ammalano di tumore: per aiutarli a sostenere le emozioni negative, le ansie e le paure, la rabbia e lo sconforto.

Scrive Marina Angeli, psichiatra di Atene, sul sito della Flower Essence Society: “Le essenze floreali si sono dimostrate di grande aiuto per aiutare le persone che soffrono di cancro a sentirsi molto meglio. Ma la cosa più importante è che sembrano permettere un cambiamento profondo nel modo in cui i malati di cancro gestiscono i loro problemi. Il risultato sono stili di comportamento molto più sani riguardo il tipo di tensione psicologica associata con il cancro.Questo cambiamento psicodinamico sembra lavorare molto positivamente nella direzione di dare energia all’organismo, restaurando la voglia di vivere ed aiutando a rispondere positivamente alle cure mediche e ad andare verso la guarigione”.

http://www.flowersociety.org/angeli-cancer.html

 

Le emozioni negative che possono essere gestite meglio con l’aiuto della floriterapia sono le seguenti:

  • Lo shock della notizia
  • La disperazione
  • La paura
  • La rabbia e il risentimento
  • Il senso di colpa
  • La paura ( della malattia, del futuro etc.)
  • Il vittimismo (Perché proprio a me?)
  • La depressione
  • La rassegnazione

Questi sono soli alcuni degli stati d’animo più comuni. Ma in floriterapia non esistono protocolli: esiste la persona che si ammala con tutta la sua costellazione di vissuti passati e presenti.

Mai si potrà dire “Questa essenza floreale cura il cancro”. Ma l’aiuto che può dare la floriterapia in questi casi, come trattamento di supporto, è considerevole.

Conclude Marina Angeli nel suo già citato articolo: “Il cambiamento profondo dell’atteggiamento delle persone sembra anche servire come un mezzo meraviglioso nello sforzo di prevenire future ricadute della malattia”. Non è poco.

 

Scilla di Massa è a tua disposizione per dialogare con te attraverso i suoi moduli di richiesta di consulenza:

 in studio a milano clicca qui 

a distanza clicca qui

 

 

 

 

 

Ambiti di intervento

menu_arrow   Abbandono

menu_arrow  Ansia

menu_arrow  Attacchi di panico

menu_arrow   Insonnia

menu_arrow  Intestino pigro

menu_arrow  Mancanza d'affetto

menu_arrow  Mancanza di autostima

menu_arrow  Menopausa

menu_arrow  Paure

menu_arrow  Perdita

menu_arrow  Periodo di crisi

menu_arrow  Pressione alta

menu_arrow  Problemi con il cibo

menu_arrow  Stanchezza

menu_arrow  Stress e disturbi correlati

menu_arrow  Tristezza