Consulenze

Se vuoi richiedere una consulenza a distanza puoi farlo da casa tua usando il telefono o skype.

Richiedi una consulenza a distanza cliccando qui 

Richiedi una consulenza in studio a Milano cliccando qui 

 

 

Rimani aggiornato


 

 

 

 

 

e-book Green Therapy

e-book-Green-Therapy-I-segreti-di-guarigione-della-natura-Scilla-Di-Massa

Social Network

facebook-scilla-di-massalinkedin-scilla-di-massatwitter--scilla-di-massa

Cerca

Scilla di Massa

Logo-Fiore-Scilla-di-Massa
"Siamo predestinati a trovare
quello che stiamo cercando"


Come essere...naturalmente belle Stampa E-mail

beauty-woman-beautiful-young-female-touching-her-skin-girl-face-isolated-white-background-perfect-face-professional-makeup-33489277

In naturopatia la bellezza è molto importante. Non solo dal punto di vista estetico, ma in generale da quello della salute. Al di là del nostro codice genetico, una carnagione grigistra e flaccida, un gonfiore continuo sotto gli occhi, unghie e capelli fragili, una pelle troppo secca o troppo grassa, sono indicatori importanti del nostro stato di salute. In medicina cinese e in quella ayurvedica le diagnosi vengono fatte anche a partire dallo stato della pelle e del colorito.

Detto cio’ essere naturalmente belle è uno stile di vita: implica una cura quotidiana, l’attenzione a quello che mangiamo, (vedi il mio articolo “Come avere una pelle splendidahttp://www.scilladimassa.it/articoli/come-avere-una-pelle-splendida), a quante ore dormiamo, e anche al tipo di pensieri che scegliamo di avere.

Senza nulla togliere ai prodotti cosmetici, naturali o di sintesi, che affollano il mercato, spesso per essere belle bisogna togliere prima di aggiungere. Vale a dire che se il nostro tessuto connettivo, quello che per intenderci sta sotto la pelle, e’ pieno di tossine, nessun prodotto cosmetico per quanto buono sia, farà bene il suo lavoro. Il connettivo è una specie di discarica abusiva: lì vanno a finire gli inquinanti dell’aria che respiriamo, i pesticidi degli alimenti che mangiamo, e le scorie prodotte dal metabolismo. Quindi per essere “naturopaticamente belle” bisognerebbe, due volte all’anno, disintossicare e drenare il connettivo. Questo si fa con dei prodotti naturopatici specifici, che variano da persona a persona, a seconda dell’età, delle problematiche e del suo stile di vita.  

Una volta disintossicato il connettivo, ecco che cosa possiamo fare quotidianamente per essere al nostro meglio.

La mattina: pulire il viso con un latte detergente solo se si ha la pelle grassa o piena di impurità e brufoli. Negli altri casi basta un asciugamanino per gli ospiti immerso prima nell’acqua calda e poi fredda. Applicare poi un tonico naturale sotto forma di idrolato conosciuto anche come acqua floreale: l’acqua di rose è quello più conosciuto, ma sarebbe meglio che fosse naturale. Gli idrolati non sono altro che distillati prodotti con determinati tipi di piante, e che conservano così i benefici delle piante stesse. L’idrolato di rosa è quello più comune ed amato, ma provate anche quello di melissa, per la pelle secca, oppure quello di salvia , per la pelle grassa e oleosa, o ancora quello di amamelide per chi ha la cuperose e la pelle che tende ad arrossarsi.

A questo punto potete applicare una crema idratante, e qui la scelta è variegata, e dipende dall’età. Importante è che ci sia un fattore di protezione solare. Mettete molta attenzione al contorno occhi: va sempre protetto perché con il passar del tempo la pelle si assottiglia e dà luogo alle famose-e odiate-zampe di gallina, e anche alle occhiaie. Se soffrite di borse sotto gli occhi, fate una cura disintossicante del connettivo e dei reni.

La sera: provate a struccarvi con il ghee, il burro chiarificato ayurvedico che si vende nei negozi di alimentazione naturale. È molto grasso, ma oltre che pulire bene, nutre la zona perioculare. Oppure struccatevi con il latte, se ne bevete o ne avete in casa. O ancora usate l’acqua micellare o un latte detergente non aggressivo, a base di piante. Mettete poi una buona crema idratante e restitutiva: man mano che si va avanti con l’età deve contenere una percentuale di acidi grassi essenziali, e di aminoacidi, per supportare la perdita di collagene. Ne esistono di ottime, naturali, arricchite con oli essenziali, che sono una vera manna per la pelle. Se avete problemi di macchie o cominciate a vedere le prime rughe cercate una crema che contenga l’acido lattobionico: è delicatamente esfogliante. Se non vi siete struccate con il ghee applicate al contorno occhi una crema al burro di karitè: serve a prevenire le rughe.

Sieri: ne esistono di ottimi, anche naturali. In alternativa, provate qualche goccia di vitamina C liquida sotto la crema idratante e la sera di vitamina E.

Peeling: provate quello della nonna a base di zucchero bianco e limone. Forma una specie di acido glicolico naturale.

Oppure mischiate miele, zucchero bianco e qualche goccia di olio essenziale di mandarino.

Il mio preferito però è questo:

  • un vasetto di yogurt intero da 250 ml
  • farina di mais (sì, quella della polenta) quanto basta per avere un composto cremoso, che non coli quando lo mettete in faccia.
  • Qualche goccia di olio d’oliva

Applicate sul viso, strofinando leggermente su mento, naso e fronte, e massaggiando sul resto della faccia: non siate troppo aggressive! Tenete su per dieci minuti, poi risciacquate e applicate crema idratante e contorno occhi. Con il resto del vasetto potete fare un peeling sul corpo: ammorbidite le zone più dure, come i gomiti, con del succo di limone.

Contro il rilassamento: ci sono degli integratori a base di aminoacidi che aiutano la pelle a non perdere tono, ma la cosa migliore da fare è la ginnastica per il viso. Da’ molte soddisfazioni! Va imparata correttamente e abbinata a una respirazione corretta, che ossigeni i tessuti mentre li mettete in tensione.

Una o due volte all’anno: fate una cura di antiossidanti specifici per la pelle.

 

Ambiti di intervento

menu_arrow   Abbandono

menu_arrow  Ansia

menu_arrow  Attacchi di panico

menu_arrow   Insonnia

menu_arrow  Intestino pigro

menu_arrow  Mancanza d'affetto

menu_arrow  Mancanza di autostima

menu_arrow  Menopausa

menu_arrow  Paure

menu_arrow  Perdita

menu_arrow  Periodo di crisi

menu_arrow  Pressione alta

menu_arrow  Problemi con il cibo

menu_arrow  Stanchezza

menu_arrow  Stress e disturbi correlati

menu_arrow  Tristezza